By Giulia Costa – Urbs Picta

 

Nella settimana dell’amore ricordiamo tutte le iniziative speciali da non perdere se desiderate festeggiare la passione per l’arte contemporanea e tanti altri appuntamenti che proseguiranno nelle settimane successive.

PALAZZO MAFFEI // Collezione d’arte di Luigi Carlon, 15 febbraio

Il 15 febbraio è la data dell’apertura al pubblico della Casa Museo Palazzo Maffei, con la straordinaria collezione d’arte di Luigi Carlon il quale restituisce alla città il prestigioso palazzo seicentesco arricchito da oltre 350 opere che vanno dal Trecento fino a oggi. 

PALAZZO DELLA GRAN GUARDIA // IL TEMPO DI GIACOMETTI. DA CHAGALL A KANDINSKY. 16 novembre 2019 – 5 aprile 2020

Se non siete ancora stati, vi ricordiamo la grande mostra curata da Marco Goldin, ll tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky. Capolavori dalla Fondazione Maeght  al Palazzo della Gran Guardia, con un centinaio di opere tra sculture, dipinti e disegni, nel terreno del più alto Novecento internazionale, avendo Parigi quale centro. 

Alberto Giacometti, L’homme qui marche I, 1960
Saint-Paul-de-Vence, Fondation Marguerite et Aimé Maeght
© Claude Germain – Archives Fondation Maeght (France)
© Alberto Giacometti Estate / by SIAE in Italy 2019
Marc Chagall, Soleil jaune, 1958
Paris, Famille Maeght – Collezione Adrien Maeght
© Galerie Maeght, Paris
© Chagall ® by SIAE 2019

SPAZIO CORDIS // GIULIO SQUILLACCIOTTI, EURAMIS,  13 febbraio – 04 aprile 2020

Da non perdere l’inaugurazione di EURAMIS, mostra personale di Giulio Squillacciotti, artista, regista e ricercatore, vincitore di ARTE VISIONE 2018, dell’Italian Council 2019 e del Talent Prize 2019. La mostra raccoglie una serie eterogenea di materiali prodotti in relazione a un elemento specifico – la figura dell’interprete – di un ampio progetto di ricerca e studio nato a partire dall’installazione Friends, Indeed, realizzata alla Van Eyck Academie di Maastricht nel 2019 e soggetto della trasposizione cinematografica What has left since we left (film attualmente in produzione per Italian Council). 

MUSEO DI CASTELVECCHIO // “Carlo Scarpa. Vetri e disegni dal 1925 al 1931” 

23 Novembre 2019 – 29 Marzo 2020

In occasione di Verona in Love, alla mostra Carlo Scarpa. Vetri e Disegni. 1925-1931 al Museo di Castelvecchio, dedicata al celebre architetto veneziano e alla produzione della vetreria M.V.M. Cappellin& C, sarà possibile godere di visite guidate gratuite comprese nel biglietto d’ingresso (e visitare il museo civico con un biglietto speciale “paghi 1 entri in 2”)

SPECIALE VERONA IN LOVE

L’iniziativa prevede tante altre occasioni culturali! 

Eccovi alcuni tra gli appuntamenti per l’arte contemporanea dal 13 al 16 febbraio:

Giovedì 13 febbraio alle ore 17 

Museo di Castelvecchio – Sala Boggian

Un’ora tra i vetri

Condurrà la visita Carla Sonego, storica dell’architettura e del vetro muranese.

Durata 1 ora; prenotazione obbligatoria.

Venerdì 14 febbraio alle ore 11 

Museo di Castelvecchio – Sala Boggian

Un’ora tra i vetri

Condurrà la visita Ketty Bertolaso della Direzione dei Civici Musei del Comune di Verona.

Durata 1 ora; senza prenotazione.

Venerdì 14 febbraio alle ore 17 / Sabato 15 febbraio alle ore 17 / Domenica 16 febbraio ore 11.30 e 17.00

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti Palazzo della Ragione

La storia d’amore di Giulietta in Gam con il dipinto di Pietro Roi

Alla Galleria d’Arte Moderna verrà trattato il tema dell’amore nelle sue molteplici forme, l’amicizia, l’amore filiale, l’amore distruttivo… La storia d’amore per eccellenza culminerà con la visione del capolavoro di Pietro Roi, Giulietta e Romeo, in cui l’amore romantico è descritto nel suo momento più tragico e conosciuto.

Durata 1 ora; senza prenotazione.

Domenica 16 febbraio ore 11

Museo di Castelvecchio – Sala Boggian

Un’ora tra i vetri

Visita guidata alla mostra “Carlo Scarpa. Vetri e Disegni. 1925 – 1931”, allestita presso la Sala boggian del Museo di Castelvecchio.

Durata 1 ora; senza prenotazione.

Andatevi a scoprire tutte le altre occasioni sul sito del Comune di Verona, avrete occasione di vedere alcune delle meraviglie della nostra Verona; un gesto d’amore nei confronti della propria città.

https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=67636

ISOLO17 // YOHY SUAREZ.CRONACHE IMPREVEDIBILI 8 – 22  febbraio 2020

A cura di Zeno Massignan

L’artista presenta a Isolo 17 Gallery, una serie di lavori divisibili principalmente in due tipologie: i grandi formati con scenografie di interni o esterni sullo sfondo, invase da innumerevoli figure umane o della tradizione e i piccoli formati con personaggi religiosi, dissacrati da ogni santità. La forza del disegno, gli spazi scenografici, un colore sporco che ricorda la terra e i personaggi senza tempo e onore, sono alcuni dei principali elementi che contraddistinguono le opere di Yohy Suarez.

L’abilità tecnica nel disegno e l’armonia degli spazi architettonici, quasi fossero scenografie, si scontrano con le rappresentazioni umane, figure talvolta inquiete e perverse. La volontà espressiva è quella di creare immagini chiare ma non pulite, come se un velo di impurità offuscasse i dipinti. I suoi toni color seppia, ottenuti da una miscela di pittura e caffè, ricordano le cartoline antiche, segnate dal passare del tempo. L’Avana e la sua memoria storica sono infatti una cornice sfuocata e in parte cancellata, come se uno strato di nebbia e smog rendesse l’immagine poco nitida. Le figure animate in primo piano, inserite in queste ambientazioni d’altri tempi, rendono viva e movimentata la rappresentazione. Il pellegrinaggio della massa umana attraverso una città del passato aggiunge valore a ciascuno dei suoi siti e spolvera una memoria addormentata. Sceglie come luoghi rappresentativi anche gli interni di importanti cinema e teatri dell’epoca.

YOHY SUAREZ, La victoria del padre Anselmo, 2019, tecnica mista su tela, 100×100 cm

 

GALLERIA LO SCUDO ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA // Arcangelo Sassolino, fragilissimo 14-12-2019 / 28-03-2020

Nella mostra personale,la sua prima alla Galleria dello Scudo, Arcangelo Sassolino presenta una selezione di opere create espressamente per l’occasione, in cui appaiono evidenti le strette relazioni fra esiti apparentemente inconciliabili per tipologia, ma in realtà parte di un percorso unitario focalizzato sul ripensamento del concetto di fragilità, metafora dell’effimero esistenziale. È una riflessione che connota fortemente la più recente sperimentazione dell’artista.

L’opera dell’artista ha origine dalla compenetrazione tra arte e fisica. Il suo interesse per la meccanica e per la tecnologia apre a nuove possibilità di configurazione della scultura e di indagine sulle energie latenti della materia. Velocità, pressione, gravità, tensione costituiscono le basi di una ricerca rigorosa, sempre protesa a sondare il limite ultimo di resistenza e di non ritorno.

ARCANGELO SASSOLINO, Qualcosa è cambiato, 2019  vetro e acciaio  183 x 43,9 x 22,8 cm, Credits Agostino Osio – Alto Piano

TEATRO RISTORI // LA MUSICA E LE ARTI – KLEE E LA MUSICA, 20 febbraio 

La musica e le arti è un ciclo di incontri a cura di Paolo Bolpagni incentrati su temi o personaggi della storia della cultura, secondo una prospettiva multidisciplinare e trasversale, che unisca musica, letteratura e arti visive.

Il 20 Febbraio con Paolo Bolpagni e l’Ensemble del Conservatorio E. F. dall’Abaco di Verona,il personaggio protagonista sarà Paul Klee (1879-1940) che prima di diventare uno dei massimi pittori e disegnatori del Novecento, fu a lungo indeciso tra l’intraprendere la carriera musicale oppure quella artistica. Violinista di alto livello, tale era la sua padronanza dello strumento che, all’età di soli undici anni, fu cooptato quale membro straordinario dell’Orchestra municipale di Berna. La musica, insomma, non fu mai, per lui, un semplice passatempo: a nessun’altra forma d’espressione Klee dedicò tanto spazio e attenzione nelle sue lettere e nei Diari. 

Durante questa conferenza-concerto, intercalata dall’esecuzione di brani musicali di alcuni dei compositori prediletti da Klee o da lui presi a ispirazione, si cercherà in particolare di riflettere sulla presenza degli elementi della temporalità, del ritmo e della polifonia nella produzione artistica e nella riflessione di Paul Klee.

PAGINA DODICI LIBRERIA // TINA Modotti, 28 gennaio 

Alla libreria Pagina dodici il 28 gennaio si terrà una conferenza su Tina Modotti, donna, fotografa, comunista ribelle e anticonformista, con radici italiane e spirito senza confini. Si farà un affondo sulla vita e su la personalità della donna; a narrare è Olinto Domenichini.

ASSOCIAZIONE ARTICOLO 9 // Conferenza inaugurale 18 febbraio

Nasce a Costermano l’associazione culturale di promozione sociale Articolo 9!

Il 18 febbraio siete tutti invitati alla presentazione ufficiale dell’associazione e alla conferenza Inaugurale.

Ma cos’è Articolo 9?

L’associazione offre un calendario di iniziative volte alla diffusione della cultura e alla sensibilizzazione sui temi della tutela del paesaggio e dell’ambiente, con un occhio attento all’inclusione sociale e con un taglio fresco, innovativo!

 

 

 

 

 

 

 

Write a response … Close responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You might also like

Salmon Magazine

X